Quanti minuti bisogna camminare per perdere molto peso in poco tempo e senza troppa fatica? Scopritelo leggendo!

Una bella camminata aiuta non solo a perdere peso, ma anche a rigenerare il proprio equilibrio psichico, a ritrovare ottimismo e positività, scaricando stress e liberando la mente!

È oramai certo che il camminare aiuta a ritrovare il proprio peso ideale, con un esercizio valido anche per il cuore, ottimale per la tonicità del tono muscolare, e soprattutto in un ambiente rilassante e stimolante per la psiche, Non a caso se la camminata è svolta in un ambiente naturale i benefici sono moltiplicati.

Imparare a camminare

Per prima cosa facciamo il punto su due fattori:
il peso corporeo e l’intensità e velocità della camminata. Per chi comincia ad essere allenato è utile sapere che in un’ora si può arrivare a bruciare anche 400 calorie percorrendo sino a 6 km.

Un consiglio utile è quello di variare l’intensità della camminata. Per esempio dopo avere percorso circa 3 km a velocità sostenuta, è utile terminare la camminata con una andatura blanda, respirando frequentemente e variando, se possibile, percorso e dislivello.

Fondamentale, per farsi un programma settimanale, è dotarsi di un contapassi, in grado di mostrare le distanze percorse e riuscire in questo modo ad organizzare le uscite giornaliere.

Organizzare tempi e numero di uscite, sulla base di una distanza settimanale da percorrere, è molto utile per riuscire a combinare questo tempo con quello del lavoro e dei propri impegni.

Contapassi e calorie

L’Associazione Medica Americana consiglia di tenere un diario relativo alle uscite per camminare, sul quale appuntare i passi percorsi, i km percorsi, le calorie bruciate. Mantenere uno standard minimo aiuta a migliorarsi continuamente ed a programmare piccoli e costanti incentivi riguardo agli obiettivi personali.

Appuntarsi il calendario delle uscite con i risultati raggiunti è fondamentale per tenere sotto controllo la propria tabella di marcia!

Quanti passi per perdere peso

Le ore di allenamento e la distanza percorsa sono relativi rispetto alle calorie bruciate in un certo numero di passi. Facciamo un ragionamento su un semplice dato: con 2000 passi, sia che si percorrano 1,5 km piuttosto che una distanza inferiore, le calorie bruciate sono sempre 100. In base quindi alla propria tabella di perdita del peso si organizzeranno le uscite ed i passi da compiere.

Valori indicativi:

Per perdere circa mezzo chilo servono 3500 calorie. Una media di 500 al giorno. Per bruciarle i passi, indicativamente, sono 10 mila al giorno.

Per fare in modo che la camminata non perda stimoli è consigliabile variare percorso, alternando magari quelle in uno spazio naturale ad altre in centro abitato. Importante il rilassamento mentale, e per ottenerlo l’aiuto di una buona musica è fondamentale. Piccoli ma significativi trucchi aiutano poi nel raggiungimento degli obiettivi giornalieri,come ad esempio parcheggiare l’auto a qualche isolato e percorrere un pezzo di strada a piedi. Preferire le scale all’ascensore, o partire di casa mezz’ora prima e raggiungere i mezzi pubblici sempre a piedi.

L’obiettivo è il raggiungimento di un certo numero di passi settimanale, e su questa base organizzare anche i propri spostamenti.

Camminare correttamente

Camminare in modo corretto è importante per l’esercizio cui sottoponiamo il nostro corpo. Alcuni accorgimenti: muovere le braccia, busto eretto e sguardo rivolto davanti a se. Se il ritmo si intensifica la contrazione di addominali e glutei consente un esercizio più intenso.

Quante volte ?

Per iniziare un buon consiglio è 2-3 volte a settimana per 15-20 minuti. Poi, sulla base anche di un parere del proprio medico, intensificare le volte e, con una buona organizzazione, anche il tempo.

Cosa ne dite?
Scriveteci i vostri commenti e condividete!

Loading...