Non buttate la buccia dei mandarini! Usatela per una tisana che combatte tosse, colesterolo e altro ancora

Durante la stagione invernale abbiamo a disposizioni diversi frutti ricchi di vitamine, utili per rafforzare il sistema immunitario, proteggere contro mali si stagione, influenze, ecc…

Tra questi il mandarino!
Un agrume succoso, ottimo anche per veloci spuntini, estremamente digeribile e con poche calorie.

Le vitamine ed i sali minerali presenti nel mandarino, sono presenti non solo nella polpa, ma anche e soprattutto, nella buccia.

Ecco quindi che rinunciarvi significa non valorizzare appieno le proprietà di questo frutto.

Come sfruttarne le proprietà ?

Occorre sapere che la buccia del mandarino è ricca anche di Limonane, un antiossidante naturale che combatte diverse malattie e, grazie alle sue caratteristiche emolienti e astringenti, è utile anche per la pelle e il suo nutrimento.

Per poter consumare la scorza del mandarino occorre essicarla, non potendo essere consumata fresca. Il procedimento non è difficile, al contrario. Dopo avere consumato la gustosa polpa del mandarino lavare bene la buccia e, per essicarla, è possibile utilizzare il termosifone di casa, piuttosto che in forno a bassa temperatura, o un apposito essicatore se si possiede.

Quindi tagliarla a fettine o, meglio ancora, tritarla.

A questo punto conservarla in un contenitore ben sigillato ed al riparo dalla luce.

Vediamo ora i diversi benefici che la sua assunzione comporta. Molto valida per la protezione e la regolarizzazione dell’intestino.
Efficace per tenere sotto controllo il colesterolo e la pulizia del sangue, previene l’invecchiamento cellulare e grazie alle sue proprietà, è un valido e naturale antinfiammatorio.

La buccia essicata è facilmente utilizzabile in diverse ricette, soprattutto sui dolci o, anche, in normali macedonie di frutta fresca.

Nella cura e protezione della pelle:
in quanto può essere facilmente aggiunta alle creme se finemente tritata.

Ottima anche come base per tisane emolienti, da utilizzare contro tosse, congestione, raffreddamento in generale.

Per lo specifico trattamento della tosse, un valido consiglio consiste nel mettere due cucchiai di buccia essicata in un contenitore di acqua bollente. Lasciare per qualche minuto, poi riporre il tutto in un barattolo ben chiuso ermeticamente e conservare in luogo asciutto per una settimana. Al termine filtrare, e utilizzare 20 gocce, sino 3 volte al giorno, sciolte in mezzo bicchiere d’acqua.

L’assunzione della buccia di mandarino non è consigliata a coloro che soffrono di particolari allergie, ed in concomitanza di taluni farmaci. Quindi, prima di farlo, è vivamente consigliato parlarne con il proprio medico di fiducia.

Assolte queste precauzioni non ci resta che provare!

Cosa ne dite?

Loading...